FAQ

SI, un cittadino Italiano può avviare una società in Slovenia senza limitazioni.

Dipende dalla attività, dal fatturato o altri fattori importanti. Le forme giuridiche più frequenti sono la SRL e la ditta individuale.

NO, per essere socio di una SRL non serve trasferire la residenza. Se invece avvii una ditta individuale, trasferire la residenza e consigliabile.

Il capitale sociale minimo e di 7.500€, che devono essere versati interamente alla costituzione.

SI, il capitale sociale deve essere versato interamente entro 8 giorni dalla costituzione, eccetto se si desidera conferire beni.

SI, la SRL può avere un unico socio – persona fisica o giuridica, residente o non residente.

NO, la legge non prevede che l’amministratore abbia residenza slovena.

NO, se i soci sono persone fisiche, basta andare al registro imprese.

Serve ottenere il codice fiscale sloveno dei soci che costituiscono la società.

Per ottenere il codice fiscale serve un documento personale e la compilazione di un modulo di richiesta, o tramite delega data ad un professionista.

SI, basta presentare la visura camerale della società estera apostillata e tradotta giuridicamente in sloveno ed ottenere il codice fiscale sloveno della società estera.

SI, una società slovena, indipendentemente dalla forma giuridica può operare in tutto il mondo. Per operare in UE, deve avere la P.IVA comunitaria.

VIES significa la P.IVA comunitaria che permette ad una società di fatturare in UE in esenzione IVA.

L’aliquota del IVA in Slovenia e del 22%, e l’aliquota ridotta e pari al 9,5%.

L’IVA a credito verso lo stato di legge viene rimborsata sul conto della società in 21 giorni dopo la dichiarazione IVA inviata con la richiesta del rimborso.

È semplice, basta dimostrare che si hanno i mezzi per sopravvivere (estratto conto corrente, busta paga slovena, ditta individuale in Slovenia) in Slovenia e una casa di possesso o in affitto.

Dopo 183 giorni di soggiorno, oppure prima se si riceve in Slovenia uno stipendio tramite busta paga, si può procedere alla richiesta della residenza fiscale.

SI, se si valuta fattibile a livello fiscale, commerciale e legale.

No, il trasferimento della sede legale inteso come tale non è possibile, se si intende continuare a svolgere l’attività in Italia.

Lo stipendio minimo per un contratto lavorativo pieno e di 880€.

Tutti i costi societari sono detraibili al 100%, eccetto i costi di rappresentanza.

Si, in ogni cittadino europeo può lavorare in Slovenia.

Si, pero c’è il limite di operazioni in contanti tra due società di diritto sloveno pari a 420€.

No, l’amministratore di una SRL Slovena non necessita di avere la residenza slovena.

Il costo deve essere definito in base alle necessita del progetto, purtroppo non esiste una risposta definitiva.

SI, l’attività di e-commerce può essere gestita da una azienda slovena.

Si, l’attività di import export può essere gestita da una azienda slovena.

Si, la Slovenia e un nodo logistico e l’attività di trasporti e tra le più sviluppate.

Si, pero la società deve operare nell’ambito internazionale, non esclusivamente sul suolo Italiano.

Si, il commercialista deve essere sloveno, poiché la società deve essere gestita a livello fiscale e contabile in lingua slovena secondo le leggi slovene.

No, la società paga le tasse solamente in Slovenia, eccetto specifiche attività che vengono svolte in altri paesi.

Si, se resta residente fiscale in Italia.

Si, in Slovenia non esistono limiti in questo ambito né studi di settore.